Il Balletto della Scala torna a Parigi

Dal 5 novembre Il lago dei cigni curato da Alexei Ratmansky, dopo il successo del suo debutto scaligero, sarà in scena al Palais des Congrès

In scena gli artisti scaligeri protagonisti del debutto milanese

 
 
Lo scorso anno, con Giselle, il Balletto della Scalaera tornato a Parigi dopo 13 anni dalla precedente e prima trasferta parigina; ora un nuovo imperdibile appuntamento attende il pubblico francese a novembre: al  Palais des Congrès il Corpo di Ballo della Scala presenterà per la prima volta in trasferta il suo più recente ingresso in repertorio, Il lago dei cigni curato da Alexei Ratmansky nato in coproduzione con l’Opernhaus di Zurigo, dove ha debuttato nel febbraio 2016, e presentato per la prima volta dagli artisti scaligeri a Milano il 30 giugno.
La sua messa in scena della Bella addormentata ha portato la Scala a vincere il FEDORA- Van Cleef & Arpels Prize for Ballet e il premio Danza &Danza per la migliore produzione classica del 2015, ora con Il lago dei cigni Alexei Ratmansky ha messo ancora la sua straordinaria capacità artistica al servizio della partitura di Čajkovskij, per dare nuova vita a questo balletto immortale di Marius Petipa e Lev Ivanov. il balletto più amato, quasi simbolo e icona del balletto stesso. Da un attento lavoro di studio delle notazioni Stepanov, custodite presso la Harvard Theatre Collection,  ma anche di altri documenti del tempo, Ratmansky è tornato sui passi di Petipa e Ivanov al Teatro Mariinskij nel 1895, nel rispetto dello stile e delle intenzioni di Petipa, con uno sguardo rispettoso, sensibile e vivo.
Nei ruoli di Odette/Odile e di Siegfried si alterneranno Nicoletta Manni con Timofej Andrijashenko (5, 10 e 13 novembre); Vittoria Valerio con Claudio Coviello (9 e 12 novembre) e  Martina Arduino con Nicola Del Freo  (nella recita pomeridiana del 12 novembre).
Rothbart sarà Mick Zeni poi Alessandro Grillo; Benno sarà interpretato da Christrian Fagetti, Marco Agostino e Walter Madau. La Regina sarà interpretata da Caroline Westcombe e Daniela Siegrist; Wolfgang da Andrea Pujatti. Nel passo a tre si alterneranno Virna Toppi, Alessandra Vassallo, Christian Fagetti poi Martina Arduino, Chiara Fiandra, Marco Agostino e Agnese Di Clemente, Daniela Cavalleri, Walter Madau. I quattro piccoli cigni saranno Daniela Cavalleri,in alternanza con Stefania Ballone, Lusymay Di Stefano, Christelle Cennerelli, Agnese Di Clemente, in alternanza con Denise Gazzo; i quattro grandi cigni Chiara Fiandra in alternanza con Gaia Andreanò,  Virna Toppi, Alessandra Vassallo in alternanza con Martina Arduino, Maria Celeste Losa; nella danza spagnola Emanuela Montanari, Beatrice Carbone, Riccardo Massimi, Massimo Garon si alterneranno con Paola Giovenzana, Giulia Lunardi, Edoardo Caporaletti, Emanuele Cazzato, e con Emanuela Montanari, Marta Gerani, Gabriele Corrado e Christian Fagetti; la coppia ungherese sarà Chiara Fiandra con Alessandro Grillo e poi con Maurizio Licitra; Maria Celeste Losa con Mick Zeni.

La Hungarian Symphony Orchestra Miskolc sarà diretta da Rossen Milanov, a eseguire la prima versione della partitura, più breve e con alcune differenze rispetto alle usuali versioni, dopo aver diretto il balletto al debutto a Zurigo.
 
                        .
Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: