Il corpo di ballo del Teatro alla Scala ballerà per la prima volta in Australia.

Dopo la Cina, per il Corpo di Ballo e per la Scala una prima assoluta: per tredici recite, dal 7 al 18 novembre, con due produzioni, Don Chisciotte e Giselle, la Compagnia sarà in Australia ospite del Queensland Performing Arts Centre di Brisbane, marcando la prima visita in assoluto del Teatro alla Scala in questo continente. 

Queensland Performing Arts Centre di Brisbane

Per il Teatro alla Scala le tournée all’estero costituiscono un’attività costante che ha offerto nel corso del tempo un importante contributo alla diffusione del nostro patrimonio culturale e all’immagine dell’Italia nel mondo. Dal 1878, quando venne realizzata a Parigi la prima tournée della storia scaligera in occasione del Centenario del Teatro, sono stati realizzati 155 progetti per 859 aperture di sipario (329 d’opera, 344 di balletto e 186 concerti) e sono 39 le Nazioni visitate dal Teatro alla Scala nel corso della sua storia.

L’Australia dunque sarà il 40° paese visitato, e Brisbane, con i suoi 16.249 km di distanza da Milano, diventerà la città più lontana in cui la Compagnia abbia mai viaggiato. L’Australia è un continente dove la comunità italiana è molto ampia e ha già dimostrato grande entusiasmo per questa visita; nel tour promozionale realizzato lo scorso giugno  l’attenzione della stampa è stata ai massimi livelli e sono state avviate molte iniziative collaterali di preparazione alla tournée della Scala, da simulcast a mostre e cerimonie di benvenuto, con studiosi, giornalisti e studenti coinvolti in masterclasses e  incontri per immergersi nella cultura e nell’arte italiana e nella storia dei balletti scaligeri. Si sta inoltre lavorando ad un nuovo progetto per il 2021, fortemente voluto anche dal neo Ambasciatore d’Italia in Australia Stefano Gatti, che prevede spettacoli d’opera e concerti che dovrebbero toccare anche altre città australiane.

Per tre settimane in novembre, all’interno della QPAC International Series, che negli anni ha visto ospiti molte delle più prestigiose compagnie internazionali, la Scala porterà i due allestimenti che dalla Cina si sono spostati direttamente in Australia. 112 le persone convolte nel tour; in scena, accanto agli artisti di punta della Compagnia è prevista la partecipazione di importanti ospiti che già in diverse occasioni hanno collaborato con la Scala: Maria Eichwald, David Hallberg e Leonid Sarafanov, in uno stimolante mix tra guest e artisti scaligeri, che vedrà in alcune recite Nicoletta Manni con Leonid Sarafanov per Don Chisciotte e con David Hallberg in Giselle e Claudio Coviello con Maria Eichwald in Giselle. Sul podio David Coleman a dirigere la Queensland Symphony Orchestra.

Don Chisciotte aprirà le rappresentazioni con Nicoletta Manni e Leonid Sarafanov nei ruoli di Kitri e Basilio (nella recita inaugurale del 7 novembre, poi il 9 e nelle recite serali del 10 e 17 novembre) e proseguirà con Virna Toppi e Timofej Andrijashenko (8 novembre e pomeridiana del 10), Martina Arduino e Marco Agostino (11 novembre e pomeridiana del 17). 

Claudio Coviello
ph. Brescia-Amisano

Giselle vedrà in scena alla prima rappresentazione del 14 novembre e nella recita serale del 15 Maria Eichwald con Claudio Coviello; Vittoria Valerio e Timofej Andrijashenko ricopriranno i ruoli di Giselle e Albrecht nella pomeridiana del 15 novembre; le recite conclusive vedranno in scena per la prima volta insieme in questo balletto Nicoletta Manni e David Hallberg (16 e 18 novembre). 

 Accanto agli artisti impegnati nei ruoli di Giselle e Albrecht saranno Virna Toppi, Maria Celeste Losa e Alessandra Vassallo (nel ruolo di Myrtha), Marco Agostino, Massimo Garon e Christian Fagetti (Hilarion) mentre il passo a due dei contadini verrà affidato a Martina Arduino con Nicola Del Freo, Alessandra Vassallo con Mattia Semperboni, Vittoria Valerio con Federico Fresi.

 

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: