Ramon Agnelli, unico ragazzo italiano in concorso, ci racconta la sua esperienza.

Circa 400 candidati provenienti da 40 paesi diversi hanno mandato il proprio video alla giuria del Prix de Lausanne formata da 9 membri, tutti professionisti del mondo della danza.

ph. Gregory Batardon

Presidente di giuria, quest’anno, era Carlos Acosta, vincitore del premio anni or sono. 80  sono stati i ballerini selezionati  che hanno preso parte al Prix de Lausanne 2019. Tra questi Ramon Agnelli, allievo dell’Accademia Ucraina di Balletto di Milano, unico ragazzo italiano selezionato.

Il potenziale dei ballerini è stato valutato considerando la capacità tecnica, il talento, la capacità di dare una risposta immaginativa e sensibile alla musica e di comunicare movimenti chiari e puliti (come si dice in gergo). I ragazzi hanno dovuto dunque padroneggiare il repertorio classico tradizionale ma hanno anche dovuto confrontarsi con le creazioni contemporanee di Mauro Bigonzetti, Jean-Christophe Maillot, Wayne McGregor, Heinz Spoerli o Richard Wherlock.

Sono trascorsi due giorni dal Prix de Lausanne e Ramon è già alla sbarra. Sentiamo a caldo le sue impressioni, quelle del suo maestro, Egor Scepaciov e della Direttrice dell’Accademia Ucraina di Balletto, Caterina Calvino Prina.

🎥 Guarda qui il video:

 

 

Condividi Su:

Commenta

Cerca: