Torino, Danza e montagna.

Torinodanza prosegue anche nell’estate 2019 l’esplorazione delle relazioni fra danza e montagna nell’interpretazione trasversale di tre artisti italiani che, attraverso residenze e laboratori in alta quota, presentano e costruiscono performance originali.

Un vero e proprio happening di tre giorni, il 26, 27 e 28 luglio, fra Avigliana, Sestriere e Prali, per mettere in connessione la città di Torino e le sue montagne, ma non solo. Il programma, che quest’anno si presenta con il titolo “ANDIAMO!” ed è il secondo capitolo di #VERTIGINE all’interno del progetto Corpo Links Cluster finanziato dal programma europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione TRAnsfrontaliera), coinvolge oltre al Teatro Stabile di Torino ‐ Teatro Nazionale/Torinodanza festival anche Malraux scène nationale Chambéry Savoie, Associazione Dislivelli di Torino e Université Savoie Mont Blanc in un vero e proprio festival italo-francese.

ANDIAMO! è un punto di vista diverso sulla montagna, che non vive così esclusivamente nella dicotomia fra inverno e estate, fra neve, sci, velocità e i cieli tersi di una gita estiva in alta quota, lungo sentieri e pendii verdissimi. Lo sguardo dei coreografi di Torinodanza esplora la storia e la memoria, incontra le persone e si immerge negli ambienti naturali. Gli artisti percorrono il territorio, abitano le valli e si confrontano con chi in montagna ci vive o chi ci passa solo qualche giorno e trasformano queste esperienze in danza.

Dopo Pragelato e Bardonecchia, quest’anno con ANDIAMO! Torinodanza porta la creazione contemporanea ad Avigliana, Sestriere e Prali, fra Val di Susa e Val Germanasca.
PIERGIORGIO MILANO lavorerà sulla Palestra di Roccia di Avigliana per elaborare il gesto dell’arrampicata sportiva, passando attraverso workshop e residenze (26 luglio); MARCO CHENEVIER guiderà un laboratorio a Sestriere trasformando giovani sciatori in performer con una rappresentazione pubblica il 27 luglio; SILVIA GRIBAUDI, già al lavoro da alcune settimane fra la Val Chisone e la Val Germanasca, presenterà una prima traccia di creazione a Prali in una giornata che sarà una vera e propria festa della montagna il 28 luglio.

Silvia Gribaudi

Arrampicata, sci di discesa e trekking sono gli sport da cui si originano i gesti coreografici. Grandi personaggi di montagna, come la guida alpina Anna Torretta, il campione di sci Piero Gros e l’antropologa e scrittrice Irene Borgna, saranno i protagonisti degli incontri (coordinati dal giornalista e scrittore Enrico Camanni) che seguiranno ogni spettacolo.

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: