Mercoledì 8 gennaio 2020 alle 20.30, al Teatro Comunale Luciano Pavarotti, apre ModenaDanza The Lamb (l’agnello) della compagnia spagnola KOR’SIA.

La coreografia, presentata a Modena in prima italiana, è stata nominata miglior spettacolo di danza ai Premios Max de las Artes Escénicas (Spagna, 2018) ed è stata selezionata per il premio Aerowaves Twenty – Dance Across Europe nel 2019. Firmano regia e coreografia Mattia Russo e Antonio de Rosa, fondatori della compagnia e danzatori insieme a Alejandro Moya, Astrid Bramming, Giulia Russo, Lura de Carolis e Sara Burgazzi con la partecipazione dell’attore Alberto Tierrez. Lo spettacolo è prodotto con il sostegno dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e della Comunidad de Madrid.

ph. Daniel Perez

“Servendosi del corpo come metafora del pensiero – spiegano gli autori -, questa creazione affronta argomenti che si concentrano su una visione dell’esistenza che ci viene offerta attraverso la religione cattolica. La relazione tra cecità e veggenza, l’idea della vita come costante successione di prove, il sacrificio come unica via d’accesso alla vita eterna, e la morte come ascesa o discesa sono le basi della genesi di The Lamb. Paradiso, inferno e purgatorio si confondono e si trasformano in uno spazio limbico rappresentato come metafora della crudeltà della vita, in cui corpi fiammeggianti, lascivi e lussuriosi officiano strani rituali vicino alle rappresentazioni postmoderne del corpo e dell’individuo.

La musica di Johann Sebastian Bach si adatta perfettamente all’universo tematico cui sottintende The Lamb: di essa i contemporanei dissero, non a caso, che rappresentava un atto di resistenza contro la scissione tra sacro e profano. Tuttavia, essendo fedeli ad un gusto eclettico e neobarocco, KOR’SIA propone un ambiente sonoro che unisce costantemente musica classica ed elettroacustica.”

 

 

 

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: