Il gala cult Les Étoiles di Daniele Cipriani questa volta si esibisce per la prima volta a Bologna.

Ai protagonisti dell’ultima edizione tenutasi a Roma si aggiunge l’Étoile Eleonora Abbagnato.

Una parata di undici étoiles in arrivo dalle capitali del balletto e dai maggiori teatri del mondo e che possiamo solo continuare ad elencare in ordine alfabetico tutte luminosissime: Sergio Bernal, Ashley Bouder, Zachary Catazaro, Dani Hernández, Liudmila Konovalova, Denis Rodkin, Eleonora Sevenard, Viengsay Valdés, Luis Valle, Young Gyu Choi – con l’aggiunta di una coppia di stelle “a sorpresa” (come è consuetudine per Les Étoiles), questa volta in arrivo dal Royal Ballet di Londra.

Young Gyu Choi
ph. Alessandro Sambuchi

Saranno tutte insieme sul palco del Teatro Comunale di Bologna mercoledì 4 marzo alle 20.30 e giovedì 5 marzo alle 20.30 per celebrare il grande repertorio con l’Orchestra del Comunale diretta da Paolo Paroni.

 Eleonora Abbagnato, étoile del Balletto dell’Opéra di Parigi con una carriera internazionale, è ospite per la prima volta a Les Étoiles (e dopo questo appuntamento tornerà al Comunale il prossimo settembre per il balletto in prima assoluta Lucrezia Borgia con la coreografia di Giuliano Peparini, attesa produzione targata Daniele Cipriani per il quale è già iniziato un conto alla rovescia).  Accanto a lei Zachary Catazaro, ballerino ospite all’Opera di Roma dov’è suo partner, cresciuto al New York City Ballet di cui è stato Principal Dancer. Di origini italiane, il danzatore statunitense si è affermato per la tecnica e lo stile cristallini, nonché per la bellezza tenebrosa dai tratti mediterranei. Catazaro accompagna la ballerina siciliana sul palcoscenico bolognese in uno dei passi a due più originali e conturbanti del repertorio contemporaneo, tratto dal balletto Le Parc del franco-albanese Angelin Preljocaj, non mancherà di emozionare il pubblico per la sensuale celebrazione dell’amore fisico tra i due protagonisti che si danno convegno sulle note dell’Adagio del Concerto per pianoforte n. 23 di Wolfgang Amadeus Mozart.

  

 

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: