Non è semplice reinventare ogni anno un Danza con me che apassioni milioni di spettatori, pure avendo  la possibilità di invitare diversi ospiti famosi.

L’edizione 2021 si apre con Vasco Rossi che canta per la prima volta  il suo nuovo brano “Una canzone d’amore buttata via” con Virna Toppi (prima ballerina del Teatro alla Scala), Agnese di Di Clemente, Gioacchino Starace e  Roberto Bolle che lo accompagnano sulla coreografia di Mauro Bigonzetti. Il mito del rock italiano  non è la prima volta che si concede, per così dire, alla danza. Già nel  2012  i ballerini scaligeri avevano danzato un intero balletto, L’ altra metà del cielo di Martha Clarke, sulle note del mitico Vasco. Peccato non aver approfittato di questo speciale connubio per ascoltare una chiacchierata tra i due mostri sacri. Sarebbe stato interessante un’intervista reciproca tra i due grandi artisti, la rockstar e l’étoile, la sregolatezza e  la disciplina; avrebbero anche potuto magari esprimersi sul drammatico momento che stanno passando tutti i colleghi dell’arte dello spettacolo a causa dei teatri chiusi, degli spettacoli vietati dovuti alla pandemia.

Molto piacevole vedere Michelle Hunziker, insieme all’étoile, in una veste diversa da quella alla quale siamo abituati a vedere, danzare e cantare diversi pezzi tratti dai musical rivisitati da Massimiliano Volpini. Ben curata la parte relativa al  passaggio da una scenografia ad un’altra; entrambi dimostrano di cavarsela bene nel canto. Peccato che a conclusione di questa esibizione la spontaneità di Michelle nel lasciarsi andare a qualche commento venga castrata da un Bolle un po’ rigido nel seguire gli schemi dettati dalla cosiddetta scaletta.

Attualissima la coreografia di Bigonzetti Violenza ballata dal’étoile e ben interpretata dalla ballerina Antonella Albano (prima ballerina del Teatro alla Scala) mentre sempre accattivante quella di  Sébastien Galtier, Step  Addition, danzata da una strepitosa Nicoletta Manni (altra prima ballerina del Teatro alla Scala).

Bella l’idea della telecronaca di Fabio Caressa  che commenta, come se fosse una partita di calcio alla radio, il  duello tra i Capuleti ed i Montecchi tratto dal Romeo Giulietta. Un esperimento direi riuscito che può trasformarsi, a parer mio, in un’idea da sviluppare   ulteriormente magari attraverso un’analisi più veritiera di alcune scene di balletto sempre con una sorta di radiocronaca.

Il padrone di casa oltre alla violenza sulle donne, come già visto, non dimentica la tematica del sopruso ammirando la danza di strada di Carlos Kamizele che si esprime sulla poesia di Maya Angelou, attivista per i diritti civili.

Divertente anche il duetto di Roberto Bolle con Diodato, trasformati, entrambi per l’occasione, in due  007 che, sulla musica della  sigla originale del famoso sequel, danzano insieme in un cartoon che sembra essere creato per un nuovo film dell’agente segreto più famoso al mondo.

Ghali, osannato dai miei figli adolescenti, mi dimostra che ancora una volta Roberto ha colto nel segno, riuscendo ad attirare il pubblico più eterogeneo.

Bene anche l’aver invitato compagnie al di fuori della sua Scala, come quella dell’Opera di Roma che si è esibita in Cacti dello svedese Alexander Ekman e la MM Dance Company che ha danzato diversi pezzi pop coreografati ancora da Bigonzetti.

Non mancano i pezzi classici, dal passo a due del cigno nero tratto dal Lago dei cigni, alla Carmen di Amedeo Amodio danzato con Virna Toppi, fino alla meravigliosa coreografia di MacMillan con la scena in camera da letto di Manon interpretata ancora da Nicoletta Manni.

Uno Schiccianoci rivisitato ci conduce verso la fine della serata ed accontenta anche i sogni dei più piccoli.

Il mix di tematiche, generi, richiami a storie conosciute scelti per lo show in TV è riuscito.

Rimangono un po’ scollati dal programma  Francesco Montanari, Stefano Fresi e Miriam Leone, chiamati a presentare i diversi pezzi della serata, forse perché  manca la vera diretta o perché sono attori e non conduttori.

Al momento in cui sto scrivendo non so ancora quale sia lo share della serata ma sono sicura che il successo anche quest’anno è garantito.

 

Leggi anche: “Danza con me”: è nuovamente boom di telespettatori.https://wp.me/panEca-yb

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: