L’associazione culturale milanese Fattoria Vittadini prosegue il suo impegno verso una cultura più accessibile e inclusiva.

Già impegnata dal 2018 con il Festival del Silenzio, festival internazionale di arti performative orientato all’inclusione e accessibilità di un pubblico misto sordo/udente e al sostegno delle Lingue dei Segni – premiato con la Medaglia del Presidente della Repubblica, Fattoria Vittadini è ora capofila del progetto europeo biennale (2021-2022) BEYOND SIGNS. Per parità di accesso, professionalizzazione e coinvolgimento degli artisti nativi segnanti per un pubblico misto che mira ad espandere al di fuori dei confini italiani l’impegno nei confronti della cultura sorda/segnante e della visibilità delle Lingue dei segni in ambito artistico e culturale.

Realizzato in collaborazione con i partner Dlan (HR) e Voarte (PT) e cofinanziato dal programma Europa creativa dell’Unione Europea, sotto la guida di tre Direttori Artistici sordi/segnanti, Rita Mazza (It), Angel Naumovski (Hr) e Tony Weaver (Pt),  Beyond Signs mira a migliorare l’integrazione sociale delle persone sorde attraverso la cooperazione artistica, coinvolgendole attivamente nel settore dello spettacolo dal vivo, dalla creazione alla messa in scena, promuovendone la mobilità nei paesi dell’UE coinvolti e incontrando diversi pubblici misti sordi/udenti.

Attraverso le attività proposte dal progetto, si vogliono da un lato potenziate le competenze di artisti nativi segnanti (che usano cioè le lingue dei segni come lingua madre), operatori culturali e interpreti di Lingue dei segni, dall’altro sensibilizzare il pubblico sulle potenzialità del teatro interpretato da artisti sordi.

Tre percorsi paralleli contribuiranno al processo di integrazione tra lingue, culture e comunità diverse, in una buona pratica condivisa e condivisibile: produzione di performance; formazione per interpreti sordi e udenti, operatori culturali e professionisti dello spettacolo nativi segnanti; promozione del pubblico.

Prima azione del progetto Beyond Signs è il bando internazionale per artisti sordi/nativi segnanti aperto sino al 1 marzo 2021.

Il bando, rivolto ad artisti di qualunque nazionalità che abbiano compiuto 18 anni, mira a selezionare un gruppo di 5 artisti che prenderanno parte alla creazione di uno spettacolo che debutterà nel maggio 2022 a Milano durante il Festival del Silenzio e al Fringe Festival di Edimburgo nell’agosto dello stesso anno.

I 5 selezionati prenderanno parte a tutte le fasi del progetto: periodi di residenza presso le sedi dei partner di progetto, percorsi di formazione, viaggi internazionali, masterclass.

Durante il percorso di produzione Beyond Signs proverà a definire nuovi codici e linguaggi espressivi che possano essere pienamente compresi da persone sorde e udenti, segnanti e non, come Poesia in Lingua dei segni, Visual Vernacular, teatro fisico e danza contemporanea.

Regolamento e bando sono disponibili in Inglese, Italiano, Portoghese e Croato e rispettive Lingue dei segni sul sito www.beyondsigns.eu e sui canali social del progetto.

Parallelamente al percorso artistico, Beyond Signs promuoverà viaggi e masterclass nazionali e transnazionali coinvolgendo artisti nativi segnanti e operatori culturali che potranno migliorare le proprie competenze nel campo dello spettacolo partecipando alle attività de progetto. Lo stesso approccio viene applicato alle classi per interpreti di Lingua dei segni sordi e udenti, al fine di offrire loro una specializzazione nell’interpretariato per la scena e sperimentare immediatamente le competenze acquisite mettendosi alla prova in un contesto internazionale.

Beyond Signs proporrà infine attività di promozione del pubblico, in particolare bambini, ragazzi e studenti, permettendo alle persone coinvolte di entrare in contatto con le Lingue dei segni e le loro forme espressive e artistiche, sensibilizzando così sulla cultura sorda.

 

Condividi Su:

Commenta

 

Cerca: