Il corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano danza al TAM Teatro Arcimboldi “Don Quisciotte” con tre cast di primi ballerini.

Il grande balletto dal 29 al 31 ottobre 2021 al TAM Teatro Arcimboldi Milano, che vedrà tornare in scena il Corpo di Ballo della Scala, diretto da Manuel Legris, con “Don Chisciotte” nella stupenda versione coreografata da Rudolf Nureyev. 

Nicoletta Manni ph. Brescia Amisano

Un’opera imperdibile che non smette mai di coinvolgere e ammaliare il pubblico di tutte le età, perché sa offrire emozioni e sorprendere con freschezza, colore, inventiva, virtuosismo e tecnica della danza.

Per questo spettacolo i biglietti disponibili sono in vendita in un numero ridotto, rispetto alla capienza totale del teatro, in ottemperanza alle norme di sicurezza anti-covid. Verrà garantita per ogni spettatore in sala la distanza di sicurezza prevista dalle normative. 

“Don Chisciotte” è un evento d’eccezione, che rappresenta il rinnovato incontro fra due importanti istituzioni culturali della nostra città: TAM Teatro Arcimboldi Milano, il più grande teatro d’Italia e la Fondazione Teatro alla Scala, ente fondatore del sistema culturale italiano e internazionale. 

Grande sforzo quindi dal punto di vista sia delle risorse che delle energie a causa di una capienza che viene ridotta dalle 2500 unità alle 1140 e dalla volontà di voler mostrare, seppur con poche date, l’eccellenza dei tanti danzatori della Scala con ben 3 cast di primi ballerini (Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko, Virna Toppi e Claudio Coviello, Martina Arduino e Nicola del Freo) e due neo solisti (Mattia Semperboni e Alice Mariani).

“Riportare in scena Don Chisciotte è per me una splendida occasione, ancor di più sul palcoscenico degli Arcimboldi, ideale per il balletto e che mi auguro possa accogliere tanti appassionati e anche aprire alla danza un pubblico nuovo. Per me è l’occasione di presentare il nuovo assetto della Compagnia e di celebrare il nome di Nureyev, cosi legato alla Scala e alla mia personale crescita artistica, fin da quando mi ha nominato étoile dell’Opéra di Parigi. Una celebrazione che proseguirà in apertura della nuova stagione di Balletto alla Scala, quando per la prima volta metteremo in scena la sua Bayadère, ultima delle sue produzioni dei grandi classici, mai rappresentata da altre compagnie al di fuori del Balletto dell’Opéra di Parigi” 

Manuel Legris, Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala 

“È un grande onore per noi ospitare nuovamente il Teatro alla Scala. Gli Arcimboldi ritornano così ad accogliere il proprio retaggio e a seguire la propria missione, quella di rendere fruibile e accessibile il più prezioso ente culturale del nostro paese ad una platea sempre più ampia di spettatori. 

A nome di tutto TAM Teatro Arcimboldi voglio ringraziare il Sovrintendente Dominique Meyer e tutto lo straordinario team della Scala per questa importante sinergia che sarà sicuramente un bellissimo regalo per tutti i cittadini milanesi.” 

Gianmario Longoni, Direttore Artistico TAM Teatro Arcimboldi Milano

L’intenzione e quindi quella di aprirsi al grande pubblico andando avanti nonostante le difficoltà che ancora le limitazioni imposte per la diffusione della pandemia.  E come dice Nicoletta Manni (prima ballerina della Scala): “Danzando questo balletto vogliamo trasmettere gioia e tanta energia positiva a tutta la comunità”. Accogliamo quindi tutti questa bella energia che proviene da questi splendidi ballerini guardando avanti ed andando a teatro.

Per maggiori info:http://WWW.TEATROARCIMBOLDI.IT

 

Condividi Su:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Cerca: