VAPORE D’ESTATE: la danza esce dalla Fabbrica per abitare negli spazi cittadini

L’ultima parte della rassegna estiva di Fabbrica del Vapore spazia tra danza, musica e arti visive con due importanti novità:
il prolungamento sino al 8 ottobre e una programmazione di appuntamenti che escono dalla Fabbrica per abitare il quartiere Sarpi e altre zone della città.

Sarà la DANZA a portare Vapore d’Estate fuori dalla Fabbrica per abitare altri spazi cittadini. Dopo l’appuntamento di chiusura di NAO Performing Festival (21 settembre) e la serata dedicata ad AMOЯ nuova produzione di Salvo Lombardo per e con Fattoria Vittadini (23 settembre) che anticipa il debutto dello spettacolo a MilanOltre, dal 24 al 26 settembre la rassegna si apre infatti al quartiere Sarpi con performance in pub e bar e attività in strada; in programma per l’occasione anche alcune performance a cura dei danzatori di Fattoria Vittadini: Easter Egg di Pieradolfo Ciulli, Clouds di Maura Di Vietri e Lingua di Chiara Ameglio.

Il 30 settembre spazio anche alla MUSICA CLASSICA CONTEMPORANEA a cura di Contemporary Music Hub con il Concerto compositori della Scuola Claudio Abbado.

Due gli speciali ‘fuori programma’ della rassegna.
Il 3 ottobre Vapore d’Estate partecipa al corteo che farà danzare il centro cittadino sulle orme della famosissima NELKEN-Line di Pina Bausch, allestita da Aida Vainieri per il progetto Milano Dancing City.
Dal 3 al 8 ottobre, per le ARTI VISIVE, Viafarini porterà nel piazzale di Fabbrica del Vapore il Trailer Gallery Premio Suzzara: un rimorchio-galleria d’arte che ospiterà un’esposizione che raccoglie, tra le altre, diverse opere sul tema del lavoro, del trasporto e della libertà selezionate dallo storico Premio Suzzara.

Condividi Su:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Cerca: