A Pordenone STRAVINSKY’S LOVE coi ballerini Vladimir Derevianko e Sergio Bernal

STRAVINSKY’S LOVE, a cura di Daniele Cipriani con la consulenza musicale di Gastón Fournier-Facio, è uno spettacolo di balletto e musica dal vivo, interpretato da virtuosi delle due arti. Celebra Igor Stravinsky (1882-1971) nel 50° anniversario della sua morte. Una produzione realizzata con la FONDAZIONE TEATRO CARLO FELICE DI GENOVA per il Nervi Music Ballet Festival 2021 con il patrocinio della Fondazione Igor Stravinsky di Ginevra.

Dopo i successi di quest’estate a Roma (Accademia Nazionale di S. Cecilia), Nervi (Nervi Music Ballet Festival 2021), Ravenna (Ravenna Festival) e Stresa (Stresa Festival), e dopo essere stato al centro di un programma su RAI 2, STRAVINSKY’S LOVE andrà in scena al Teatro Verdi di Pordenone il 15 ottobre alle 20.30.

Spiccano nel cast Beatrice Rana, una delle più apprezzate pianiste sulla scena musicale internazionale odierna, e la violinista olandese Simone Lamsma che suona il pregiato Stradivari “Mlynarski” del 1718. Completa il cast musicale un secondo pianista, Massimo Spada. Per il balletti Apollo ascolteremo invece un’incisione storica diretta dallo stesso Stravinsky.

Ritorna in scena l’étoile internazionale Vladimir Derevianko, già primo ballerino del Bolshoi di Mosca, nei panni di Igor Stravinsky; con i suoi natii accenti russi, rievocherà ricordi e aneddoti, molti dei quali legati al periodo dei Ballets Russes in cui ritroviamo personaggi come Picasso e DiaghilevNijinsky e Balanchine. Derevianko/Stravinsky suona alcuni passaggi al pianoforte, esegue alcuni passi di danza, e introduce i brani della serata. La sceneggiatura di STRAVINSKY’S LOVE è firmata dal giornalista e scrittore Vittorio Sabadin (già autore di diverse biografie sulla famiglia reale britannica) e si basa su scritti del compositore stesso.

Di grande impatto il nuovo balletto firmato da John Neumeier su Divertimento, brano per violino e pianoforte tratto da Le baiser de la fée, il balletto composto da Igor Stravinsky in omaggio a Pyotr Ciaikovsky. Non a caso il lavoro del coreografo americano s’intitola Peter and Igor; è stato creato per Jacopo Bellussi e Alessandro Frola dello Hamburg Ballet.

Nel cast tersicoreo anche il bailaor spagnolo Sergio Bernal (già Ballet Nacional de España) e Ana Sophia Scheller (già New York City Ballet, compagnia che vanta un legame storico con Stravinsky). Con la partecipazione di Tommaso Beneventi (Reale Balletto Svedese), Mattia Tortora, e di danzatori della Compagnia Daniele Cipriani.

 

Condividi Su:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Cerca: