Appuntamento venerdì 10 dicembre 2021 al TAM Teatro Arcimboldi Milano con il ballerino di fama mondiale Sergei Polunin.

Un’imperdibile serata fatta di conversazioni intime e di anteprime live dei nuovi assoli dell’iconico artista in occasione della pubblicazione della sua autobiografia “Free: A Life in Images and Words”.

©Albert Watson

Sergei Polunin è universalmente riconosciuto come uno dei talenti più prodigiosi, affascinanti e carismatici della sua generazione.

“An evening of dance and conversation with SERGEI POLUNIN” sarà l’occasione per raccontare per la prima volta di persona la sua straordinaria storia di vita: dall’infanzia in Ucraina, all’inizio della sua formazione di danza a Kiev; dal viaggio nel Regno Unito per studiare alla Royal Ballet School in adolescenza alla sbalorditiva ascesa fino a diventare uno dei ballerini più chiacchierati e talentuosi della danza mondiale e il più giovane primo ballerino del Royal Ballet di Londra.

Sergei accompagnerà il pubblico dietro le quinte attraverso una carriera che ha sconfinato anche nella moda e nel cinema per condividere anche gli aspetti emotivi del suo personale viaggio verso la maturità artistica fino a rivelare notizie esclusive sui progetti futuri sia sul palco che sullo schermo.

Una notte speciale e un’occasione unica per assistere dal vivo sul palco alle anteprime di alcuni nuovissimi assoli: “Bolero” nuova abbagliante interpretazione del capolavoro di Ravel e “Paradiso”, dal “Dante Metanoia” in tre parti dedicato al 700° anniversario di Dante e presentato in anteprima al Ravenna Festival a settembre. A queste due performance si aggiunge un ulteriore brano che sarà sicuramente una gradita sorpresa per tutti gli appassionati fan dell’artista.

 

  • Bolero” – Musica: Ravel – Coreografia: Ross Freddie Ray – Video design: Teun Van der Zalm
  • Paradiso”: dal “Dante Metanoia” in tre parti dedicato al 700° anniversario di Dante

Musica: Kirill Richter – Coreografia: Jiri Bubenicek – Scenografia: Otto Bubenicek

http://WWW.TICKETONE.IT

 

Condividi Su:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Cerca: