Daniele Cipriani Entertainment

presenta

UNA NOTTE CON SERGIO BERNAL

 

Il “Grandato” (o la “Grandezza”) di Spagna è la massima nobiltà spagnola. Lui,  Sergio Bernal è un “Grande” di Spagna della danza che il pubblico romano avrà l’opportunità di vedere in uno spettacolo tutto suo, intriso della fragranza sensuale dei giardini andalusi: Una Notte con Sergio Bernal di e con la SERGIO BERNAL DANCE COMPANY. L’appuntamento è per il 2 agosto (ore 21) nel Parco della Casa del Jazz, Viale di Porta Ardeatina 55, Roma, per la rassegna I Concerti nel Parco Estate 2022.

Stella internazionale, popolarissimo in Italia, Sergio Bernal è un ballerino carismatico che elettrizza gli spettatori fin dall’istante in cui appare in scena, capace di mandare in visibilio il pubblico, sia con il suo flamenco indemoniato (quando egli è, come si dice in termini gitani, posseduto dal suo “duende”), sia con il più impercettibile gesto della testa. Bernal porta in scena il calore rovente del sole spagnolo, ma anche il suo fulgore, grazie alla duplice cifra della sua danza che sposa la forza della danza tradizionale spagnola con la luminosità del balletto classico. Lui è, come lo descrive il coreografo Ricardo Cue che firma alcune delle sue coreografie di maggior impatto, “La forza e la bellezza”. Di Bernal si può dire che incarna al contempo il vigore primordiale della danza iberica, alla ricerca del contatto con la terra, sposato con la raffinatezza estetica del danza classica, sempre in procinto di spiccare il volo poiché protesa verso l’aria.

 

Insieme a Lidia Gomez, iconica con la “bata de cola” (strascico) tradizionale del flamenco e presenza femminile di Una Notte con Sergio Bernal, il bailaormadrileno offrirà al pubblico romano uno spettacolo in tutte le declinazioni spagnole della danza, dalle più tradizionali alle più sofisticatamente moderne. Coreografie originali come l’assolo Il cigno (coreografia di Riccardo Cue) in cui Bernal danza sulle celebri note di Camille Saint-Saëns, oppure El ultimo encuentro sulle note di Hable con ella di Alberto Iglesias (dalla colonna sonora del film omonimo di Pedro Almodóvar): danzato da Bernal con la Gomez, questo balletto (sempre di Cue) narra di due amanti assomiglianti non poco a Fred Astaire e Ginger Rogers che, con movenze iberiche danzano insieme un’ultima volta prima di lasciarsi per sempre.

 

Impossibile menzionare tutti i brani che saranno offerti in Una Notte con Sergio Bernal, ma possiamo anticipare che il programma sarà altresì ricco di momenti di flamenco, come il celebre Zapateado creato da Antonio Ruiz Soler sulla musica di Pablo de Sarasate, e di intermezzi musicali e cantati dal vivo, come Siempre Lorca su testo del grande poeta spagnolo. Insomma, Una Notte con Sergio Bernal offre un visionario racconto per quadri in cui si fondono la tradizione iberica, l’eleganza della danza classica e il fuoco e la passione del flamenco, espressione e simbolo della cultura gitana.

 

Condividi Su:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca: